Schede

Serrasalmus RHOMBEUS

Dettagli

 

 

 

 

 

 

 

 

   

 

 

 

 

 

NOME SCIENTIFICO:Serrasalmus rhombeus (Linnaeus 1766)

ALTRE DENOMINAZIONI: red eye piranha, S. niger, white piranha, black piranha, pirambeba

DISTRIBUZIONE:¬†Il serrasalmus rhombeus si trova nella maggior parte dei fiumi sud-americani: in V√©n√©zuela (Rio Orinoco), in Paraguay (Rio Paraguay, Rio Parana), nella Guyana (Maroni, Approuague, La Mana, Iracoubo), in Per√Ļ (Rio delle Amazzoni, Rio Nanay, Rio Itayi) e in Brasile (Rio delle Amazzoni, Rio Xingu, Rio Araguaia, Rio Tapajos, Rio Madeira, Rio Jurua).

¬†CENNI STORICI DI CLASSIFICAZIONE: anche se il rhombeus √® uno dei piranha pi√Ļ diffusi nei bacini idrografici del centro e sud america si pu√≤ ritenere che la provenienza del primo e vero S. rhombeus possa essere limitata al Guyana (ancora oggi i puristi piranhofili lo considerano tale),dove f√Ļ per la prima volta classificato da linnaeus nel 1766 come serrasalmus niger (la denominazione niger era usata dalle popolazioni endemiche per definire il rhombeus,ovvero il piranha nero)

molto probabilmente poi,ne corso dei decenni,si è diffuso nei fiumi limitrofi,svilupando nel contempo caratteristiche morfologiche e livratiche differenti in base all'habitat in cui risiede.
questa teoria trova appoggio nello studio del DNA tra i vari tipi di rhombeus,visto al variare del luogo in cui sono stati pervenuti gli esemplari studiati,il DNA resta praticamente invariato
il rhombeus,insieme al pygocentrus nattereri √® forse il piranha con il pi√Ļ alto spirito di adattamento,√® infatti riuscito persino a colonizzare alcune zone degli stati uniti (lo riportano documenti del 1977 )pi√Ļ precisamente in florida,dove esemplari,sicuramente introdotti dall'uomo,si sono riprodotti e dato vita ad una vera e propria colonia/nidiata in un laghetto di 1000 litri all'interno di un parco divertimenti abbandonato nella contea di Dade.
è molto interessante il fatto che una specie proveniente da zone tropicali,sia riuscita a resistere agli inverni della florida,con temperature pur sempre miti,ma ben distanti dalle minime del luogo da cui provenivano originariamente!
data la sua forma in età giovanile,e alle molteplici forme e colorazioni che ha assunto nel corso degli anni,spesso il serrasalmus rhombeus è confuso e venduto come altri serrasalmus.
Non è affatto raro scambiare giovani esemplari di rhombeus con altri tipi di serrasalmus come sanchezi,spilopleura o compressus,quindi si deve fare molta attenzione quando si acquistano esemplari di piccole dimensioni,e affidarsi a una classificazione fatta da un esperto per non ritrovarsi "sorprese" in vasca!
Recentemente,maggio del 2011,Steve Huskey, un studioso con dottorato di ricerca morfologico-funzionale della Western Kentucky University ha registrato per la prima volta la pressione esercitata dal morso di un rhombeus di 900 gr. catturato nel rio xingu;la pressione esercitata dal morso era pari a 70 psi,ciò vuol dire che in rapporto al peso e alla massa il morso del serrasalmus rhombeus supera di gran luga la forza di quello del grande squalo bianco!

DIMENSIONE: in natura come in acquario il rhombeus viene considerato il re dei piranha,può raggiungere dimensioni veramente importanti,si parla di 60 cm,ma impossibili da ottenere se l'esemplare viene cresciuto sin da piccolo in un acquario casalingo!

pi√Ļ realisticamente le dimensioni massime raggiungibili da un rhombeus tenuto in cattivit√† si aggirano sui 30/35cm,√® importante considerare che gli esemplari allevati si da piccoli tenderanno ad avere una morfologia totalmente differente rispetto esemplari pescati di pari dimensioni,infatti √® praticamente impossibile ottenere una crescita della mascella e della testa proporzionata a quella del corpo in acquario.
si ricorda inoltre che √® il piranha pi√Ļ longevo di tutti,non sono rari i casi di serrasalmus rhombeus vissuto in cattivit√† per oltre 25 anni,il "record" √® detenuto da un acquario pubblico americano che ha allevato un esemplare per oltre 28 anni!

¬†MORFOLOGIA:¬†dato che si sono sviluppati in moltissimi diversi ambienti e hanno diverse peculiarit√† l'uno dall'altro i vari generi di rhombeus sono tutt'ora sotto studio da parte della comunit√† scientifica,una delle ultime tesi formulate √® che in natura ci siano sempre pi√Ļ incroci tra esemplari diversi che creano nuovi morph (ES MARBLE RHOMBEUS),per questo motivo √® sempre molto difficile dare una spiegazione dettagliata della morfologia di questa specie.

Nella fase di avanotto il colore è grigio chiaro/argento contornato da piccole macchie nere sparse per tutto il corpo (che crescendo andrà perdendo), e degli occhi anch'essi grigi (durante la crescita comparirà il colore arancio nella pupilla che poi con il passare del tempo andrà verso il rosso e sui 12cm lo sarà totalmente)
Bisogna sottolineare che crescendo l'esemplare cambierà i colori in base alla zona di provenienza
I segni distintivi presenti in tutti rhombeus sono:
- Una banda nera distinta alla base ed all'estremità della coda
- Un occhio rosso vivo che prende la sua colorazione definitiva quando il pesce raggiunge circa 10/12cm, attraversato di una larga banda nera verticale.
- Come tutto il genere dei serrasalmidi, anche il rhombeus ha la testa di forma convessa, pi√Ļ o meno pronunciata a seconda delle varianti locali.
A differenza dei pygocentrus la loro bocca √® molto pi√Ļ pronunciata e anche la dentatura √® molto ben visibile,di seguito verranno illustrate le varie classificazioni di rhombeus in base al luogo in cui sono stati prelevati:
Bolivia

 Brasile (parte nord)

la caratteristica di questi rhombeus è una macchia omerale ben sviluppata

Brasile- Rio Araguaia

 Brasile-Rio Xingu

Brasile-Rio Iriri

Colombia

Guyana

Per√Ļ-Rio Itaya

la maggior parte dei rhombeus provenienti da questa zona sono definiti high back dato che hanno un dorso molto piu sviluppato rispetto ai soliti rhombeus

¬†Per√Ļ-Rio Nanay

anche in questo fiume sono presenti per la maggior parte high back,ma si distinguono per la loro colorazione molto scura una volta adulti

¬†Per√Ļ-Rio Oroso

si contraddistingue dagli altri rhombeus per la colorazione arancio accesa della pinna anale negli esemplari giovani e sub-adulti

Venezuela

oltre a una classificazione fatta in base al luogo di origine è prassi fare un ulteriore distinzione in base al colore dell'esemplare.

esistono 2 macrofamiglie di rhombeus
-black (presentano una livrea scura uniforme che va man mano sempre pi√Ļ a intensificarsi con il passare dell'et√† e non presentano nessuna iridescenza)
- diamond (possono avere una colorazione scura o argentea con numerose scaglie iridescenti che creano riflessi simili a quelli dei diamanti su tutto il corpo,in base al colore del riflesso di queste scaglie i vari esemplari vengono poi distinti tra blu diamond,yellow diamond,violet diamond eccecc)

LITRAGGIO: La crescita del rhombeus a differenza di quella dei pygocentrus che è velocissima , soprattutto nel primo anno di vita,si presenta molto lenta,recenti studi hanno provato che tenere questo pesce in litraggi medi (dai 200 ai 300 litri) nei primi anni di vita,ne provoca un ulteriore rallentamento,fatto dovuto ad un autoregolazione interna del fisico del pesce,che fa calare di molto la quantità di ormone della crescita presente nell'organismo!

inoltre non è raro vedere nei rhombeus tenuti in vasche non idonee avere la sindrome della coda piegata,ovvero una caratteristica vista su alcuni pesci dove la parte inferiore o superiore della pinna caudale è storta.
quindi si consiglia di inserire un esemplare di rhombeus in vasche non pi√Ļ piccole di 400/500 litri (misure MINIME 120x60x60,con esemplari sopra i 20 cm si consiglia 150x60x60 almeno) anche se piccoli solo qualche centimetro onde evitare i problemi sopracitati,ricordo che sono pesci che in acquario possono superare i 30 cm anche se ci mettono diverso tempo!

ARREDO:Questo varia da litraggi a litraggi, l'importante √® non far mancare discreti ripari,possiamo aiutarci quindi con grosse radici, come quelle ADA,che sono adatte a ricreare ambienti amazzonici, o anche radici di mangrovie, Java ecc..Per contribuire ed aiutare inoltre il rhombeus al giusto ambientamento, possiamo contare anche su una vasta scelta di piante, preferibilmente robuste come: Anubias,echinodorus,vallisneria e microsorum.Per chi ama invece le galleggianti possiamo affidarci alle Limnobium leavigatum,pistia stratiotes e ceraphyllium,√® preferibile inserire un fondo il pi√Ļ possibile a quello naturale,perfetto sarebbe fornirgli una sabbia fine color ambra o marrone,in base alle zone da cui proviene si pu√≤ scegliere se fornirgli un acqua molto ambrata o lasciarla limpida

Il rhombeus come tutti i piranha è un pesce di fiume, quindi in natura soggetto a forti turbolenze,è consigliabile introdurre in vasca una pompa di movimento che crei un buon flusso e ricrei la naturale corrente dei fiumi!

 VALORI: è sempre difficile fornire un range di valori preciso e affidabile quando si parla di pesci wild,in questo caso il suo areale è abbastanza grande e variegato quindi ha un range di valori molto ampio,fortunatamente riusciamo a dare dei valori abbastanza precisi per alcune zone in cui vive:

- Rio Xingu: PH 6.7/ 6.9 kH 3/4 GH 6/7 temp 26/29
- Rio Araguia: Ph 5.8/7.5 kH 2/5 GH 6/8 temp 26/29
- Rio Negro e Rio Orinoco: Ph 4.5/7 KH 1/3 GH 5/6 temp 25/28

SPECIE COMPATIBILI:Nessuna,si parla del piranha che tra tutti ha l'aggressivit√† intraspecifica pi√Ļ accentuata e la territorialit√† pi√Ļ sviluppata!

una volta raggiunti i 25/30 cm si può provare la convivenza con piccoli pescetti (comunque non si garantisce che non vengano predati) che movimenteranno un po la vasca

 RIPRODUZIONE: il serrasalmus rhombeus non è mai stato riprodotto in vasche "casalinghe"di appassionati,tuttavia in acquari pubblici come allo Zoo di Duisburg, in Germania nel 1977 sono riusciti nella riproduzione di questo pesce,certo le vasche a disposizione contavano 5 zeri!

non c'è dimorfismo sessuale, quindi si può riconoscere il sesso solo in fase di riproduzione

 ALIMENTAZIONE IN ACQUARIO: Carne una volta a settimana (pollo,tacchino,quaglia,manzo,vitello,cavallo), pesce fresco o surgelato, polipo, seppie,totani, gamberi (si consigliano le mazzancolle grige visto il loro alto contenuto di carotene),persico,trota,trota salmonata,latterini,salmone e alici(somministrare questi ultimi 2 non di frequente visto che sporcano parecchio l'acqua,meglio se prima dei cambi settimanali);si consiglia inoltre per completare la dieta di integrare alga spirulina e vitanime ad uso acquariofilo!

CONCLUSIONE:¬†√® il re dei piranha,quello che praticamente tutti i piranhofili sognano di avere prima o poi,ma date le sue dimensioni naturali,la crescita molto lenta,il caratteraccio e le esigenze di enormi litraggi si consiglia l'allevamento solo agli acquariofili pi√Ļ esperti.
è molto esigente anche in termini di valori e in qualità dell'acqua soffre molto le grandi concentrazioni di sali,quindi risulta piuttosto complesso da allevare,ma per coloro che intraprendono questa strada e ne saranno in grado andranno in contro a incredibili soddisfazioni!
una volta ambientato diventa molto spavaldo e non esiterà ad attaccare oggetti animati e non sia all'interno che all'esterno della vasca!

IMMAGINI: