Guide e Recensioni

Alimentazione

Dettagli
Introduzione

Come è noto, i piranha, sono predatori e la loro dieta in natura è principalmente composta da carne.
Ma in natura, la dieta dei piranha è composta per la maggio parte dalla carne di pesce, piuttosto che da altri tipi di carne; questo perchè, ovviamente, per i piranha è più facile cacciare altri pesci piuttosto che predare mammiferi, rettili o uccelli.
Questo aspetto della dieta dei piranha andrà , pertanto, rispettato anche in acquario, privilegiando l'offerta di pesce (molluschi, crostacei e piccoli pesci) rispetto alla carne (nel senso stretto del termine). Quest'ultima sarà sufficiente somministrarla, al massimo, per 1 o 2 volte alla settimana.


-Pse

I pesci dalla carne rosa, come salmone e trota, vanno molto bene come nutrimento per i piranha in cattività , a patto però, che vengano somministrati freschissimi. Altrimenti gli olii contenuti nelle loro carni andranno ad inquinare l'acquario, creando inoltre una fastidiosissima patina untuosa in superficie, che impedirà i normali scambi gassosi. Pertanto si consiglia la somministrazione di questi tipi di pesci soltanto nei casi in cui risulti immediatamente possibile la rimozione dall\'acquario dei resti di cibo.

I pesci dalle carni rosse, come tonno (ovviamente fresco, non inscatolato), pesce spada, merluzzo e carassio sono sconsigliabili, in quanto rilasciano nell'acquario alte concentrazioni di sangue ed altri succhi, rendendo l'acqua inquinata e maleodorante.

Tutti i crostacei, come gamberi, gamberoni, scampi e polpa di granchio, possono essere somministrati tranquillamente,non sporcano più di tanto l\'acqua, ed inoltre, accentuano il colore rosso dei piranha. Quando i piranha sono adulti è consigliabile somministrarli con tutto il guscio.

I molluschi, come cozze, vongole, calamari, moscardini ecc. sono alimenti molto nutrienti che possono essere somministrati senza problemi.


Quanto spesso và alimentato?


Non esiste nessuna regola generale certa, su quanto spesso vadano alimentati i piranha; tuttavia, una sorta di regola può essere formulata sulla base dell\'età dei piranha stessi.
Infatti i piranha giovani vanno alimentati più spesso di quelli adulti, anche più volte al giorno.
Sulla scorta di questo dato, ognuno di voi è libero di formulare, dopo tentativi e probabili sbagli, un calendario alimentare, modellato sulle esigenze nutritive del proprio piranha.
L'unico consiglio dispensabile su questo argomento è quello di alimentare i vostri piranha fino a quando saranno sazi. Ciò non significa alimentarli fino ad arrivare al barcollamento sul fondo o al vomito; ma fermarsi non appena si nota sul loro ventre una sorta di rigonfiamento: ciò significa, di solito, che sono sazi.
Inoltre, per evitare l'obesità del piranha e aumentarne il metabolismo, sarebbe meglio nutrirlo spesso (anche tutti i giorni) con minori quantità di cibo, piuttosto che nutrirlo molto ma raramente.

Fattori che incidono sul metabolismo

Generalmente vi sono 2 fattori che determinano il minore o maggiore metabolismo dei piranha.

1. Il primo fattore che incide sul metabolismo (come del resto, ogni altro essere vivente) e quindi sulla crescita, è la quantità di moto che il piranha è solito fare. Consumando più energie il piranha necessita di più cibo.
Il metabolismo può essere stimolato mediante l\'installazione in acquario di una pompa di movimento.

2. Il secondo fattore è dato dalla temperatura dell'acqua.
I piranha (come tutti i pesci) sono animali a sangue freddo, pertanto, non avendo meccanismi di termoregolazione sono influenzati direttamente dalla temperatura dell\'acqua.
Dove questa sia alta (sopra i 28° ) il metabolismo aumenta ed i piranha saranno più affamati ed aggressivi; dove questa sia bassa (sotto i 24° ) il metabolismo sarà più lento.


Il cibo vivo

Molti acquariofili tendono a somministrare ai loro piranha degli animali vivi, siano essi pesci, topi o quant\'altro, al fine di mantenere il modo di vita di questi predatori in cattività , o soltanto per mero divertimento personale.
Premettendo che ognuno, ovviamente, è libero di alimentare i propri piranha come meglio crede, personalmente, ritengo che questa sia una pratica discutibile.
Astenendomi dal prendere in esame possibili commenti dal risvolto moralistico o etico, vorrei, piuttosto, focalizzare l'attenzione sui possibili rischi di contagio di patologie anche mortali per i piranha.
Infatti ogni preda viva introdotta in acquario è potenzialmente portatrice di malattie batteriche, parassitarie, virali e fungine; e il rischio di trasmissione di queste malattie aumenta quanto più la frequenza della somministrazione di prede vive è elevata.
Inoltre, somministrando prede vive (soprattutto nel caso di piccoli mammiferi) può concretizzarsi il rischio che queste, magari spaventate, possano ferire i vostri piranha.
Infine non è da sottovalutare il fatto che questo tipo di alimentazione sporca moltissimo l\'acquario, comportando un innalzamento dei nitriti (NO2) ; ma non solo, può causare anche l'intasamento dei filtri.





Tabella alimentazione piranha a base di carne
Tabella alimentazione piranha a base di pesce