Schede

Ampullarius Australe

Dettagli

 

 

NOME SCIENTIFICO: Ampullarius australe

ALTRE DENOMINAZIONI: Ampullaria

DISTRIBUZIONE: Il loro habitat naturale sono i fiumi a corso lento del bacino amazzonico, preferendo l’insediamento anche in paludi, stagni e lagni.
Negli ultimi anni si possono trovare anche in Florida, Asia e isole Hawaii
Nonostante alcune specie si sono adattate anche alla vita lungo corsi d’acqua con forte corrente, la maggior parte delle altre, preferisce acque ferme o con poco movimento, con fondo fangoso e con una vegetazione rigogliosa. 

MORFOLOGIA: Hanno una conchiglia con 5/6 spirali.
I colori del guscio virano dal giallo, marrone al bianco.
Non mancano le varietà striate e con conchiglia di colore blu, viola.
Le ampullarie si caratterizzano per un apparato respiratorio specifico.
Durante la stagione secca, quando i corsi d’acqua, gli stagni e le zone paludose si ritirano, riescono a sopravvivere grazie alla presenza combinata di una branchia e di un polmone, permettendogli così, di respirare aria tramite un sifone retrattile.

VALORI: Preferisce acqua medio dura ph da 7/8

TEMPERATURA: La temperatura ideale tra 20° e 26°, sotto i 10° l’animale non sopravvive.

DIMORFISMO: A differenza di molti altri gasteropodi le ampullarie non sono ermafrodite. 
Soltanto capovolgendo la lumaca è possibile riconoscere il maschio per la presenza della protuberanza penica.



DIMENSIONI: da 4 a 7 cm

ALIMENTAZIONE: Le ampullarie sono onnivore, si cibano di piante con foglie rovinate, detriti alimentari e non disdegnano i resti di qualche pesce morto in vasca.

RIPRODUZIONE: Per la riproduzione è fondamentale la presenza di entrambi i sessi.
Per ricreare le condizioni ideali, e’ consigliato alzare la temperatura di qualche grado e sovralimentare.
Le uova vengono deposte soprattutto durante la notte e mai in acqua. 
In acquario depongono su vetri, coperchi o su qualsiasi superficie emersa come tubi del filtro, tiranti, etc.etc. 
Le uova si presentano come un grappolo/ammasso che varia di colore, maturando fino al momento della schiusa. 
Per aumentare le possibilità di sopravvivenza delle lumachine, è consigliabile spostare il grappolo di uova in una vasca già preparata in precedenza con la stessa acqua di provenienza.
Mantenendo le uova sempre emerse, alla schiusa, le piccole lumache appena nate cadranno nell'acqua sottostante.