Schede

Aequidens Rivulatus

Dettagli

NOME SCIENTIFICO: Aequidens rivulatus


ALTRE DENOMINAZIONI: Andinocara Rivulatus, Green Terror.

DISTRIBUZIONE: Ecuador ed estremo nord del Perù.

MORFOLOGIA: L' Aequidens Rivulatus si presenta con un corpo raccolto e alto, su un fondo scuro verde-blu, si denotano striature azzurro brillante che dalla bocca si diffondono per tutta la testa. Le parti brillanti risultano sfumate fino alla pinna dorsale e caudale. Caratteristico è l’ocello, presente su entrambi i lati. I maschi di questa specie raggiungono i 30 cm, ma in acquario difficilmente questa dimensione viene raggiunta, solitamente lo sviluppo si attesta sui 20 cm. E’ presente una bordatura arancione sulla pinna dorsale e su quella caudale, sia nei maschi che nelle femmine, più accentuata nel maschi. Altra caratteristica degli esemplari maschi, è il classico accumulo adiposo sulla parte alta della testa, che crea il caratteristico bozzo, tipico di molti Ciclidi Centro Americani.

ARREDO E CARATTERISTICHE DELLA VASCA: Nonostante in natura viva in acque povere di minerali, in acquario si adatta bene ad acque con durezze medie.
Una vasca dedicata ad una coppia, non deve essere inferiore ai 400lt, con un arredo costituito da radici e formazioni rocciose. Le piante possono essere inserite ma non con tutti gli esemplari, visto che possono mordere le parti più tenere di queste. Per questa ragione si consiglia ad inserire in vasca solo piante robuste e ben ancorate agli arredi o al fondo. Predilige vasche con illuminazione medio-bassa, da considerarsi sui 0,10-0,25w/l. Si consiglia un ottimo filtraggio sovradimensionato.

ALIMENTAZIONE: L'Aequidens Rivulatus è una specie onnivora.
La loro dieta dovrebbe essere suddivisa per quanto riguarda la tipologia di cibi in 60% vegetale e 40% proteica. Evitare i formati granulati, se non nei primi mesi di vita, in quanto si rischia di far immagazzinare troppa aria al pesce nel tentativo di cibarsene; prediligere invece i mangimi in pallet, che ora si trovano da taglia S a taglia L o XL, in modo da seguire le loro fasi di crescita. Ottime sono le integrazioni con cibi surgelati, o vivo, tipo blood worms, chironomus, tubifex, mosquito; sono sconsigliati gli insetti vivi se non preventivamente quarantenati o allevati idoneamente per lo scopo. Dato l’ elevato potere nutrizionale di questi alimenti, si consiglia la somministrazione settimanale. Fino a 12 cm le somministrazioni devono essere 3 volte/gg, da 12 a 17 2 volte/gg per poi passare a 1 volta gg superata questa misura. Da 17 in poi è utile e benefico per il pesce osservare 1gg di digiuno settimanale.

COMPORTAMENTO: Questi splendidi pesci rientrano nella cerchia dei Ciclidi Americani con una medio-alta aggressività ed un’ elevata territorialità che gli ha fatto guadagnare il soprannome di Green Terror, ovvero terrore verde. Solitamente in età giovanile sono abbastanza socievoli, ma in età sub adulta e in età adulta si fanno onore del loro soprannome. E’ quindi consigliato l’allevamento di una coppia, in vasca a loro dedicata, mentre è assolutamente da evitare l’ inserimento di una coppia in una vasca di comunità, se non di dimensioni importanti e con layout ben distribuito per il riconoscimento dei territori.

RIPRODUZIONE: Una volta che si è formata la coppia le riproduzioni possono avvenire diverse volte l'anno, sulla superfice di una roccia o se presenti su piante a foglia larga, dopo un'accurata pulizia della superficie da parte di entrambi i pesci. La coppia presta delle cure parentali sia alle uova che agli avannotti eccezionali, e in quelle condizioni sviluppano la maggior aggressività e territorialità, cosa che non rende possibile l’ allevamento di una coppia in acquari di comunità. Sono necessari cambi parziali dell'acqua (20%) una o più volte alla settimana (non nella prima settimana dalla schiusa) per mantenere i valori stabili e non rischiare l’ intorbidimento dell'acqua causato dalle deiezioni dei pesci. I piccoli vanno nutriti con naupli di artemia appena schiusi e infusori.

DIMORFISMO SESSUALE: Il dimorfismo sessuale non è troppo evidente in giovanissima età, ma dall'età subadulta i sessi si distinguono facilmente. Il maschio oltre ad essere più grande e colorato della femmina, mostra una gibbosità sulla fronte e l'estremità della pinna dorsale e ventrali risultano più lunghe rispetto alla femmina.

LONGEVITA': 8-10 anni in condizioni ottimali

VALORI: Ph tra 6.0 a 7.4, gh: 2 - 10, kh 2-8

TEMPERATURA: predilige temperature non molto calde, range 20-25gradi


CONSIDERAZIONI: Stiamo parlando di uno degli imperatori della vastissima famiglia dei ciclidi americani. Rientra per la precisione, nella categoria dei grandi ciclidi americani in cui è considerato uno dei massimi esponenti. La sua livrea, il suo portamento, il suo carattere e la sua piacevolezza di allevamento, lo hanno reso molto ambito e ammirato in ambito acquariofilo, anche se per via delle dimensioni e le caratteristiche di allevamento non è semplicissimo decidere di intraprendere questa avventura. Le soddisfazioni migliori, si ottengono con una coppia in litraggi idonei. Come dovrebbe essere per tutti i pesci, merita assolutamente di essere osservato durante il suo intero ciclo vitale, che senza alcun dubbio, risulterà essere un’ esperienza indimenticabile.