Schede

Serrasalmus HUMERALIS

Dettagli

NOME SCIENTIFICO: Serrasalmus Humeralis (Valenciennes in Cuvier e Valenciennes 1849 )

ALTRE DENOMINAZIONI: Black-Shoulder Spot Parambeba,Pristobrycon Humeralis,Serrasalmo Humeralis

DISTRIBUZIONE:Bacino del Rio delle Amazzoni: Bolivia, Brasile e Per√Ļ.

CENNI STORICI DI CLASSIFICAZIONE:l'humeralis fece la sua prima comparsa nei libri scientifici sulla ittiofauna dei bacini sud-americani nel 1849,in seguito a una pubblicazione fatta da Achille Valenciennes, zoologo francese specializzato nello studio dei pesci ,insieme al famoso biologo francese Georges Cuvier campionando un esemplare prelevato dal Rio Araguaia in Brasile.
con il tempo e la scoperta di molte altre specie di piranha la situazione dell'humeralis divenne complessa.
infatti esistono altri serrasalmus come S. eigenmanni, S. nalseni, S. hollandi e S. serrulatus che hanno caratteristiche morfologico/tassonomiche molto simili tra loro,tanto da essere spesso considerati erroneamente lo stesso pesce.

nel 1988 Michel Jegu eliminò il serrasalmus humeralis dalle nomenclature ufficiali,unendolo al s. eigenmanni e al nuovo s. spilopleura basandosi sulle caratteristiche molto simili delle tre specie;Ma recentissimi studi con esami radiografici e studi del DNA condotti nel 2010 da Hubert & Renno durante le ricerche per la pubblicazione del libro "Historical biogeography of South American freshwater fishes" portarono alla scoperta di un olotipo unico del serrasalmus humeralis,diverso dalle specie di serrasalmus sopracitate,questo diede il via alla completa riabilitazione del nome Serrasalmus Humeralis che è tutt'ora valida!

Ps.Il S.Humeralis è tutt'ora sotto studio dalla comintà scientifica quindi la scheda potrebbe subire variazioni e aggiornamenti nel corso del tempo.

DIMENSIONE: In natura si possono trovare esemplari di 22 cm, ma in acquario difficilmente raggiungerà queste dimensioni fermandosi quindi sui 20 cm.

MORFOLOGIA: I giovani humeralis presentano piccole macchie allungate sul fianco che con la crescita vanno ad allungarsi formando macchie verticali allungate negli esemplari sub-adulti,raggiunta l'età adulta le macchie spariscono per lasciare spazio a una colorazione argentea,in alcuni esemplari si è registrata la presenza di riflessi blu.

Uno degli elementi caratteristici è la presenza di una macchia omerale tondeggiante subito dietro l'opercolo branchiale,che può variare di intensità con la crescita del pesce,in età adulta può diventare molto poco marcata o sparire del tutto.

la regione ventrale può assumere una colorazione che va dal color bianco al giallo/arancio in alcuni esmeplari, la zona branchiale è di color rosso-arancio (l'intensità della pigmentazione può dipendere dal tipo di acqua del in cui è stato reperito)L'iride dell'occhio è di colore argento nei giovani,negli adulti può assumere una colorazione tendente all'arancione,l'iride è di colore nero e ha una forma tondeggiante.

Le pinne pettorali e ventrali sono arancio o gialle,cosi come la pinna anale, la dorsale,'adiposa e la base della caudale invece sono nere

Ha una fila di denti tricuspidi e nei giovani esemplari sono presenti i denti palatini che scompaiono una volta sub-adulti.

LONGEVITA': In natura, i piranha sono mangiati dagli altri animali e spesso cannibalizzati dagli altri piranha del loro stesso branco, così molti non vivono a lungo. Nell'acquario è un'altra questione. Sono stati riportati casi di piranha vissuti in cattività per oltre 20 anni. Comunque, 15 anni sembrano essere la norma per un piranha in un acquario di casa a patto che riceva tutte le cure necessarie e venga tenuto in un ambiente adatto.

LITRAGGIO: Gli esemplari giovani possono essere tenuti in una vasca di 200/250 litri effettivi, crescendo è opportuno dare loro il giusto spazio per poter vivere degnamente quindi sono consigliati almeno 300 litri netti per Sub-Adulti e Adulti.

ARREDO: Questo varia da litraggi a litraggi, l'importante √® non far mancare discreti ripari,possiamo aiutarci quindi con grosse radici, come quelle ADA,che sono adatte a ricreare ambienti amazzonici, o anche radici di mangrovie, Java ecc..Per contribuire ed aiutare inoltre l'humeralia al giusto ambientamento, possiamo contare anche su una vasta scelta di piante, preferibilmente robuste come: Anubias,echinodorus,vallisneria e microsorum.Per chi ama invece le galleggianti possiamo affidarci alle Limnobium leavigatum,pistia stratiotes e ceraphyllium,√® preferibile inserire un fondo il pi√Ļ possibile a quello natrale,perfetto sarebbe fornirgli una sabbia fine color ambra o marrone,in base alle zone da cui proviene si puo scegliere se fornirgli un acqua ambrata,o lasciarla limpida
L'humeralis come tutti i piranha è un pesce di fiume, quindi in natura soggetto a correnti che è bene ricreare in vasca tramite l'uso di pompe di movimento

VALORI: è sempre difficile fornire un range di valori preciso e affidabile quando si parla di pesci wild,in questo caso non si è nemmeno ancora a conoscenza di tutte le zona da cui proviene;

tuttavia si possono tenere valori standard che ne consentono comunque un consono allevamento:

PH 6/8 ( 7 ottimale)
kH 4-8
GH 6/10
temp. 22-28 ¬į C

RIPRODUZIONE: tra maschio e femmina non c'è dimorfismo sessuale; il sesso dell'esemplare si riconosce solo durante l'accoppiamento. La maturità sessuale viene raggiunta intorno ai 13cm,non ci sono state riproduzioni confermate in cattività

SPECIE COMPATIBILI: data la sua estrema territorialità si consiglia di allevarlo completamente in solitaria

ALIMENTAZIONE IN ACQUARIO: pesce fresco o surgelato, polipo, seppie,totani, gamberi (si consigliano le mazzancolle grige visto il loro alto contenuto di carotene),persico,trota,trota salmonata,latterini,salmone e alici(somministrare questi ultimi 2 non di frequente visto che sporcano parecchio l'acqua,meglio se prima dei cambi settimanali);si consiglia inoltre per completare la dieta di integrare alga spirulina e vitanime ad uso acquariofilo!

CONCLUSIONE: il serrasalmus humerlis è un piranha da poco scoperto nel mondo dell'acquariologia come in natura,in italia è rarissimo vederlo,cosi come in tutto il mondo.

gli acquariofili che si possono vantare di possedere questa specie nel proprio acquario al momento si possono contare sulle dita di una mano!

dalle poche informazioni raccolte si √® scoperto un pesce molto piacevole da allevare,attivo molto sopra alla media della maggior parte dei serrasalmus,con un alto tasso di nuoto e una territorialit√† molto sviluppata (alla stregua dei pi√Ļ blasonati s.manueli o s.elongatus).

IMMAGINI:

Credit: OPEFE & Frank Magallanes

Ringraziamo Frank Magallanes per aver concesso l'uso delle immagini dell'archivio OPEFE

Vietata ogni riproduzione, anche parziale, del testo e delle foto senza il consenso dell'autore o di piranhaportal. Tutti i diritti riservati