Menu Principale  

   

Scambio Banner  

   

Home

Serrasalmus Odyssei

Dettagli

NOME SCIENTIFICO: Serrasalmus Odyssei (Hubert & Renno 2010)


ALTRE DENOMINAZIONI: non ci sono nomi comuni attribuiti a questo piranha (almeno per il momento)


DISTRIBUZIONE:

Rio San Martin

Rio Paraqua dal tratto in cui incontra il Rio Iténez (in questo bacino è presente in grandi quantità)

Rio Manuripi dal tratto in cui incontra Rio Beni e Rio Yata


CENNI STORICI DI CLASSIFICAZIONE:questo serrasalmus è davvero di recentissima classificazione (2010),compare per la prima volta all'interno del libro (Evolution of the neotropical ichthyofauna -- molecular and evolutionary perspectives about the origin of the fish communities in the Amazon) redatto dai biologi Nicolas Hubert e Jean-François Renno.
questo piranha proviene da zone molto circoscritte e tutt'ora non si √® a conoscenza della dimensione esatta della sua popolazione nei fiumi amazzonici,ricorda moltissimo per livrea e morfologia il ben pi√Ļ conosciuto serrasalmus sanchezi (di cui si pensa sia un non lontano parente),e molto probabilmente,per decenni √® stato erroneamente classificato e venduto come tale in tutto il mondo!
Serrasalmus Odyssei è presente sia in fiumi con acque bianche,che in fiumi con acque nere,solitamente in natura si trova in acque basse vicino alle rive e soprattutto in prossimità dei resti di alberi caduTi,accumulatisi nel tempo e trasportati sulle rive dalle piene dei fiumi;In questo habitat l'odyssei sembra convivere con giovani di Serrasalmus rhombeus di uguale dimensione.
il nome odyssei (odissea) deriva dal nome applicato al piranha localmente noto come 'suave' e si riferisce alla confusione tassonomica che ha portato al lungo lavoro per la sua descrizione nei libri scientifici


DIMENSIONE: In natura si possono trovare esemplari di 20, ma in acquario difficilmente raggiungerà queste dimensioni fermandosi quindi sui 15/17 cm.


MORFOLOGIA:
Questa specie si distingue dal serrasalmus sanchezi per le seguenti differenzecaratteritiche uniche:
il serrasalmus odyssei presenta 13-15 raggi dorsali molli,28/33 Raggi nella pinna anale
breve colonna vertebrale sovraoccipitale
pinna dorsale breve che presenta 13-15 raggi ramificati
breve pinna anale con 28-33 raggi ramificati
pinna adiposa situata nella parte molto posteriore del corpo e distante dall'estremità della pinna dorsale
in fine un numero intermedio di serrae prepelviche che va da 20-24
il corpo è di colore argento,la pinna anale e la caudale presentano un colore rosso con una parte sub-terminale ialina prima della banda finale nera,le pinne pettorali e pelviche hanno un colore ialino.
l'occhio è di colore argento o arancione ed è attraversato da una banda verticale nera.
la zona in prossimità dell'opercolo branchiale è di colore rosso/arancio cosi come il ventre,è presente nei giovani esemplari una macchia omerale piccola e poco marcata che con la crescita tende a sparire

LONGEVITA': In natura, i piranha sono mangiati dagli altri animali e spesso cannibalizzati dagli altri piranha del loro stesso branco, così molti non vivono a lungo. Nell'acquario è un'altra questione. Sono stati riportati casi di piranha vissuti in cattività per oltre 20 anni. Comunque, 15 anni sembrano essere la norma per un piranha in un acquario di casa a patto che riceva tutte le cure necessarie e venga tenuto in un ambiente adatto.


LITRAGGIO: Gli esemplari giovani possono essere tenuti in una vasca di 120/150 litri effettivi, crescendo è opportuno dare loro il giusto spazio per poter vivere degnamente quindi sono consigliato 200/250 litri netti per Sub-Adulti e Adulti.


ARREDO: Questo varia da litraggi a litraggi, l'importante √® non far mancare discreti ripari,possiamo aiutarci quindi con grosse radici, come quelle ADA,che sono adatte a ricreare ambienti amazzonici, o anche radici di mangrovie, Java ecc..Per contribuire ed aiutare inoltre l'odyssei al giusto ambientamento, possiamo contare anche su una vasta scelta di piante, preferibilmente robuste come: Anubias,echinodorus,vallisneria e microsorum.Per chi ama invece le galleggianti possiamo affidarci alle Limnobium leavigatum,pistia stratiotes e ceraphyllium,√® preferibile inserire un fondo il pi√Ļ possibile a quello naturale,perfetto sarebbe fornirgli una sabbia fine color ambra o marrone,in base alle zone da cui proviene si pu√≤ scegliere se fornirgli un acqua ambrata,o lasciarla limpida
L'odyssei come tutti i piranha è un pesce di fiume, quindi in natura soggetto a correnti che è bene ricreare in vasca tramite l'uso di pompe di momivento

VALORI: benchè sia sempre difficile fornire un range di valori preciso e affidabile quando si parla di pesci wild,in questo caso visto che la zona da cui proviene è abbastanza delimitata si riesce a fornire valori indicativi abbastanza precisi!
ottimale sarebbe sapere da quale dei fiumi proviene l'esemplare che si ha in vasca cosi da dargli i valori a lui consoni:


- Rio San Martin : PH 5,8/6.2( 6 ottimale) kH 4-6 GH 5/7 temp. 22-27 ¬į C


- Rio Paraqua/Rio It√©nez: PH 6.3/6.8 (6/6.5 ottimale) KH 3/4 GH 3/4 temp. 22-30 ¬į C


- Rio Manuripi: PH 5.9/6.3 (6 ottimale) KH 3/4 GH 4/7 temp. 22-28 ¬į C

RIPRODUZIONE: tra maschio e femmina non c'è dimorfismo sessuale; il sesso dell'esemplare si riconosce solo durante l'accoppiamento. La maturità sessuale viene raggiunta intorno ai 13cm,non ci sono state riproduzioni confermate in cattività
SPECIE COMPATIBILI: data la sua estrema territorialità si consiglia di allevarlo completamente in solitaria


ALIMENTAZIONE IN ACQUARIO: pesce fresco o surgelato, polipo, seppie,totani, gamberi (si consigliano le mazzancolle grige visto il loro alto contenuto di carotene),persico,trota,trota salmonata,latterini,salmone e alici(somministrare questi ultimi 2 non di frequente visto che sporcano parecchio l'acqua,meglio se prima dei cambi settimanali);si consiglia inoltre per completare la dieta di integrare alga spirulina e vitamine ad uso acquariofilo!


CONCLUSIONE: il serrasalmus odyssei come già detto è una specie davvero nuovissima,e ancora non si sa con certezza se prenderà piede in ambito acquariofilo,attualmente in italia è presente un solo esemplare classificato come tale,ma probabilmente in passato qualcuno era già stato importato e erroneamente classificato.
caratterialmente ci risulta essere molto territoriale,alla stregua di altri serrasalmus ben piu grandi di lui,ama la corrente e tende ad essere molto attivo.
è un piranha per pochi (data la scarsissima reperibilita) ma allevarlo deve essere un vero e proprio piacere!

 IMMAGINI:

 

 

 

esemplare sub-adulto

 

 

 

 

esemplare giovane

 

Credit: OPEFE & Frank Magallanes

Vietata ogni riproduzione, anche parziale, del testo e delle foto senza il consenso dell'autore o di piranhaportal. Tutti i diritti riservati

 

Loricaria Lanceolata

Dettagli

LORICARIA LANCEOLATA



NOME SCIENTIFICO: Rinecolaria Lanceolata, è un pesce appartenente alla famiglia dei Loricariidae

PROVENIENZA: Bolivia, Per√Ļ, Rio Paraguay, Brasile.


MORFOLOGIA: La R.Lanceolata è classificata nella famiglia dei catfish, si presenta con un corpo molto sottile, le pinne, in special modo la dorsale e le pettorali sono piutosto grandi rispetto al corpo, ha una bocca perfettamente adattata alla vita sul fondo con la quale è in grado di fissarsi sulle superfici piatte.
LOGEVITà: Circa 5 anni.


DIMENSIONI: Circa 13 cm, sono stati riscontrati rari casi di esemplari di 15 cm.


VALORI: PH: da 6.5 a 7.5 Gh: da 3 a 15 KH: da 3 a 8

TEMPERATURA: da 22 a 27 gradi


ALIMENTAZIONE: Onnivoro, gradisce alimenti vegetali come cetrioli, zucchine, foglie di lattuga e frutta, ma accetta anche mangime da fondo per loricaridi, mangime in fiocchi e congelati.


ARREDAMENTO: L'arredamento della vasca deve avere un fondo sabbioso (la specie ama insabbiarsi).
Nella vasca non devono mancare sassi lisci, legni e radici, che gli offrano riparo.


RIPRODUZIONE: E' preferibile partire con 5/6 esemplari giovani da cui sicuramente si formerà la coppia.
Una volta che si sar√† formata la coppia il maschio sceglier√† il posto pi√Ļ sicuro e lo ripulir√† a fondo, le uova si schiudono dopo 3/4 giorni e gli avannotti iniziano a nuotare per la vasca dopo il 3/4 giorno dalla schiusa. I piccoli sono gi√† autonomi e si nutrono come gli adulti ma bisogna assicurarsi che abbiano da mangiare, si pu√≤ somministrare una rondella di zucchina, oppure altre verdure come spinaci, bietole etc. etc.

Scleropages formosus

Dettagli

 

 

 

NOME SCIENTIFICO: Scleropages formosus 

ALTRE DENOMINAZIONI: Arowana, Dragonfish.

DISTRIBUZIONE: Gli Arowana sono pesci con un’ampia diffusione che va dal Sud-America all’ Australia, Africa e Estremo oriente.

DIMENSIONE: la dimensione di questi pesci cambia a seconda dell'origine di provenienza: l' Arowana di provenienza sud-americana,australiana e africana arrivano anche oltre i 100 cm, mentre quelle asiatiche hanno possono arrivare a un massimo di 80/90 cm.

MORFOLOGIA: Hanno un corpo allungato e sinuoso coperto da larghe squame,la testa √® caratterizzata da due grandi occhi rotanti e da una grande bocca rivolta verso l'alto, la cui mandibola ha all'apice da due barbigli sensoriali.Una delle caratteristiche pi√Ļ insolite dell arowana √® la loro lingua ossuta che utilizza per schiacciare le loro prede.Gli occhi sono colorati in una miscela di giallo,oro,verde e rosso di varia intensit√†. Alcuni hobbisti preferiscono le arowana dagli occhi rossi. Le pinne pettorali sono molto allungate che riprendono la forma slanciata del pesce,la pinna anale,caudale e dorsale si differenzia tra le specie Asiatica e quella Sud-Americana.

LITRAGGIO: Questi pesci hanno bisogno di vasche molto grandi,per la variet√† Sud-Americana e Australiano si va su acquari di almeno 1000 litri,se pi√Ļ grossi non sono disgustati.
Mentre per gli Arowana Asiatici si opta per un litraggio che parte da 600 litri.
In Asia a differenza nostra optano per acquari pi√Ļ piccoli.
Diciamo che per la lunghezza dell'acquario la proporzione sarebbe almeno 3 volte la lunghezza dell'esemplare dato che sono pesci molto attivi.

ARREDO E CARATTERISTICHE DELLA VASCA: La cosa fondamentale per questi pesci è un'acquario con un buon coperchio perchè sono ottimi saltatori e potrebbero saltar fuori.
Devono esser lunghi e larghi dato che è un ottimo nuotatore e sempre attivo.Diciamo che per la lunghezza dell'acquario la proporzione sarebbe almeno 3 volte la lunghezza dell'esemplare dato che sono pesci molto attivi
Dato che sono pesci che hanno bisogno di vasche molto grandi opterei per un'arredamento molto minimal e qualche pianta per contrastare i valori.

TEMPERATURA: Temperatura 24/30 gradi.

VALORI: PH 7 -7,5(5-6 per quelle asiatiche)NO2 0

COMPATIBILITA': Questi pesci vengono anche messi in acquari di comunità con Discus, Razze e altri pesci. La convivenza con questo pesce non è semplice dato che può provare a mangiare gli stessi inquiline se sono della misura dell'apertura della sua bocca.Sono molto aggressivi e territoriali.Un consiglio personale che posso dare dopo la mia esperienza con questi pesci è di allevare la stessa razza,dato che anche tra di loro la convivenza non va sempre bene.

LONGEVITA': 20 anni circa

ALIMENTAZIONE: Sono predatori carnivori, specializzati nel mangiare sulla superficie dell'acqua. La loro dieta comprende: altri pesci, anfibi, insetti, piccoli rettili, uccelli.
In cattività possono esser somministrati:Pellet apposito,gamberi,camole del miele,caimani,grilli o cavallette.

RIPRODUZIONE E DIMORFISMO SESSUALE: Uno dei fattori limitanti è l'incapacità di determinare il sesso delle delle femmine.Un metodo usato è lo studio del DNA.La farm Qian Hu ha messo in pratica un nuovo sistema per determinare il sesso dei questi esemplari.Il metodo utilizza le differenze nei rapporti tra le misure lineari del maschio e della femmina da adulto. Il metodo produce una percentuale di elevata precisione (70%).Questo indice può essere utilizzato su pesci da un'anno di età in su.L'indice utilizza dati su pesci sani e senza deformità, la precisione dell'indice è applicabile solo ai pesci sani.Per Capire come riconoscere i sessi dei vostri esemplari potete consultare il sito della Qian Hu.
Per quanto riguarda la riproduzione, sono incubatori orali con intensive cure parentali: tutte le specie sono incubatrici orali, le uova (deposte a centinaia) e gli avannotti vengono custoditi dentro alla bocca del maschio, al riparo di possibili predatori, fino alla lunghezza di 5-6 cm. Durante la crescita gli avannotti lasciano pi√Ļ volte la bocca del genitore per esplorare l'ambiente circostante, prima di lasciarla definitivamente.Arowana pu√≤ richiedere fino a quattro anni per raggiungere la maturit√† riproduttiva . Durante il corteggiamento , Arowana maschio e quello femmina nuoteranno affiancati. Essi si strofinano l'un con l'altro mentre nuotano . Il rituale di corteggiamento si concluder√† con grossi schizzi d'acqua. Durante il periodo di corteggiamento,entrambi i sessi non mangiano .Il dovere del arowana femmina √® di deporre le uova,dopo di che il suo dovere √® di nuotare via alla ricerca di cibo , lasciando l'Arowana maschio a fecondare le uova .

CONCLUSIONE:¬†La specie asiatica Scleropages formosus a causa di credenze orientali √® considerato un portafortuna,con il nome di "Dragon fish" si pu√≤ trovare in commercio nelle sue varianti;colorazione naturale ma molto pi√Ļ facilmente nelle colorazioni artificiali, ottenute tramite incroci di colorazioni.Le variet√† di colore che possiamo trovare di questi esemplari sono;Chili Red,Violet Fusion,Super Red,Electric Blue Cross Back Golden,Green e molte altre.
Inoltre la varietà Asiatica in tutte le sue varianti, incluse quelle selezionate in allevamento è considerato specie a rischio estinzione, e come tale inserita nelle restrizioni CITES.Questi pesci sotto pelle hanno un chip elettronico che consentirà di riconoscere la provenienza dell'esemplare e la sua farm ovunque sia. 
Per finire consiglio a chi può ospitare questi pesci di provare questo fantastico pesce che vi darà molte soddisfazioni.

Serrasalmus Sanchezi

Dettagli

 

Nome scientifico: Serrasalmus Sanchezi


Altre denominazioni: Piranha di Sanchez o ruby red piranha

Distribuzione: Originario dei fiumi del Per√Ļ come il Rio Pacaya, il Rio Ucayali e il Rio Itayi.¬†

Dimensione: In natura e in acquario questo piranha non supera solitamente i 15 cm anche se sono stati trovati esemplari di 18cm.

Morfologia: Il Serrasamus Sanchezi ha un corpo compresso e di forma romboidale, la testa è di forma concava. I fianchi sono color argento e il ventre di un bellissimo rosso brillante.
Le pinne pettorali sono di colore rosso, mentre la pinna anale è grigio rossastro, le pinne dorsali, ventrali e adipose sono di colore grigio. La coda è di colore scuro con una banda grigio/bianco, il colore degli occhi è rosso. I giovani hanno una livrea argento e sono ricoperti da puntini grigio scuro.

Longevità: In natura questi pesci vengono predati da altri pesci o cannibalizzati da esemplari dello stesso branco e quindi non vivono molto, in acquario possono arrivare a 15 anni di età.

Dimorfismo sessuale: non evidente se non durante la riproduzione, purtroppo non sono stati registrati casi di riproduzione in cattività.

Arredo e caratteristiche della vasca: il Serrasalmus Sanchezi a differenza degli altri piranha predilige ambienti con luce e vegetazione. Nell'allestire l'acquario per questa specie di piranha si deve fornire almeno un angolo ombreggiato in vasca, radici e piante galleggianti che ricreino il suo habitat naturale. La vasca dovrebbe essere sviluppata in lunghezza, si consiglia un acquario 120cm di lunghezza ed una profondità che può anche essere di soli 40cm per un singolo esemplare. Per allevare questo affascinante e bellissimo Piranha in acquario, i valori devono mantenersi stabili.

Temperatura: tra i 24¬į e i 28¬į

Valori: ph 6-7,5 kh 3-6, Gh 7, No2 0 mg/l, No3 <30 mg/l.

Specie compatibili: nessuna, qualche allevatore ha provato la convivenza in grosse vasche monospecifiche ma i risultati non sempre sono garantiti.

Alimentazione in natura e in acquario: In natura la specie si nutre di piccoli pesci ed attacca le pinne di quelli pi√Ļ grandi, in alcune occasioni sono stati osservati mentre si nutrivano di semi e ci sono segnalazioni di attacchi ad alcune piante in acquario.
Esami stomacologici non hanno rilevato però sostanziali resti vegetali, pertanto l'alimentazione in cattività può essere simile a quella di altri Serrasalmidi, senza pertanto apporti vegetali.

 

 

   

LogIn  



   

Pubblicit√†  

   

Questo mese in edicola...

 Copertina frontaleCopertina sommario

Per maggiori dettagli vista il sito:

Benner il mio acquario

¬†ABBONATI ADESSO ALLA RIVISTA DIRETTAMENTE ON-LINE RISPARMIERAI 15 ‚ā¨ !!

   

Ultimi Post